Ipnosi e chakra

Questo articolo è stato pubblicato nella rubrica “Le vie dell’inconscio” del periodico Prisma, la Molteplicità nell’Uno (Anno 5 – n. 02 – luglio 2005 pag. 20-21)

Anche in questa occasione è mio piacere illustrarvi una possibile applicazione della psicoterapia ipnotica, che forse potrà stimolare curiosità, soprattutto in coloro che si interessano di discipline orientali.
Come ormai tutti sapranno, il termine chakra deriva dal sanscrito e significa “ruota” o “disco”: indica un vortice di energia che, funzionando in modo armonico, permette di acquisire consapevolezza sulle potenzialità del corpo e della mente.
La filosofia indiana individua sette chakra principali: localizzati in determinati punti del corpo, ognuno di essi crea e convoglia energia vitale. Ciascuno è collegato a particolari simboli, colori, emozioni, elementi e necessità specifiche e, di conseguenza ad un diverso livello di consapevolezza.

1° chakra (Muladhara): situato tra l’ano e i genitali, è collegato al colore rosso, all’elemento terra e al senso dell’olfatto. Permette di avvertire il senso di attaccamento alla terra e di appartenenza a luoghi o persone.

2° chakra (Svadhishthana): situato nella regione pubica, è collegato al colore arancio, all’elemento acqua e al senso del gusto. È il centro delle energie sessuali e delle emozioni primordiali; è responsabile del desiderio e del piacere.

3° chakra (Manipura): situato sopra l’ombelico, è collegato al colore giallo, all’elemento fuoco e al senso della vista. È il centro della volontà, del potere e del senso di identità.

4° chakra (Anahata): situato al centro del torace, nella zona del cuore, è collegato al colore verde, all’elemento aria e al senso del tatto. È il centro dell’amore incondizionato.

5° chakra (Vishuddha): situato all’altezza della gola, è collegato al colore azzurro, all’elemento etere e al senso dell’udito. È il centro della comunicazione e della creatività.

6° chakra (Ajna): situato nel mezzo della fronte, tra le sopracciglia, è collegato al colore viola-indaco, all’intuizione e alle percezioni extrasensoriali.

7° chakra (Sahasrara o chakra corona): situato sulla sommità della testa, è collegato ai colori bianco e viola. È il centro in cui la consapevolezza raggiunge il suo più alto livello.

Questi “vortici” devono essere attivati per poter utilizzare l’energia a disposizione e far fluire la consapevolezza delle potenzialità individuali, lavorando sia autonomamente, che insieme agli altri in modo armonioso: un chakra troppo chiuso non permette all’energia di diffondere la consapevolezza del proprio potere trasformativo, mentre un chakra troppo aperto concentra troppa energia su se stesso, rendendone difficoltoso il passaggio verso gli altri.
Quando si verificano delle disarmonie tra i vari livelli di consapevolezza nasce il disagio, che si può esprimere con un senso di inadeguatezza nei confronti delle persone, di specifiche circostanze o del proprio ambiente, oppure, più in generale, con una fragilità diffusa che può produrre una salute più cagionevole, una difficoltà nella gestione delle proprie emozioni, nelle relazioni o nella comunicazione.
Il terapeuta ipnotista, avvalendosi del racconto, durante la pratica delle cosiddette “fantasie guidate”, favorisce un processo autoterapeutico.
Infatti, per dirla con C. Casula, non sono le parole dette dal narrante o dall’ipnotista che curano, ma la loro risonanza interna, la stimolazione dei meccanismi autoterapeutici insiti in ognuno di noi.
Se la parola è simbolo e, in quanto tale, produce una risonanza intima ed esclusiva in ciascuno di noi, nel lavoro sull’armonizzazione attraverso l’ipnosi è possibile utilizzare la vasta simbologia che per loro natura i chakra già offrono, accompagnando l’individuo in un percorso di consapevolezza comunque unico e personale.
Una persona consapevole conosce i propri comportamenti, atteggiamenti, attitudini e potenzialità e percepisce il continuo cambiamento di ciascuno di questi aspetti nella costante evoluzione verso ciò che desidera e può divenire.

Please follow and like me:

Ti piace la pagina? Passaparola :)